Giamaica

Posted on 12 Set 20202 Mar 2021Categories caldo, caraibi, Giamaica, mare, TUTTITags , , , ,

Giamaica

Taxi & volo per la Giamaica

E' il tuo primo viaggio in Giamaica?

Informazioni e cose importanti da sapere

La Giamaica  è uno stato insulare delle Grandi Antille, lungo 240 km e largo 80 km, situato nel mar dei Caraibi. Si trova a 630 km dal continente centroamericano, a 150 km da Cuba a nord e a 190 km dall’isola di Hispaniola, sulla quale si trovano Haiti e la Repubblica Dominicana, a nord-est.

Il Sovrano della Giamaica coincide con quello del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord: attualmente la Regina della Giamaica è Elisabetta II.

Gli indigeni Taino di lingua arawak chiamarono l’isola Xaymaca, che vuol dire terra delle sorgenti o terra del legno e dell’acqua. La Giamaica, già possedimento spagnolo noto con il nome di Santiago, è poi diventata possedimento dell’Impero britannico nelle Indie Occidentali di Giamaica. La popolazione del Paese è composta principalmente da discendenti di ex schiavi africani. È il terzo Paese anglofono più popoloso delle Americhe, dopo gli Stati Uniti d’America e il Canada.

Negril

Negril è una località balneare della Giamaica situata tra due dei 14 distretti amministrativi dell’isola detti parrocchie (parishes), precisamente tra quella del Westmoreland e quella di Hanover. Westmoreland è la parrocchia più ad ovest della Giamaica, situata sul lato sud dell’isola, ed include il centro culturale di Savanna-la-Mar. Il centro di Negril, la scogliera del West End che arriva a sud della città e la parte meridionale della spiaggia di sette miglia, si trovano in Westmoreland. I resort più a nord e la spiaggia settentrionale ricadono nella parrocchia di Hanover. Entrambe le parrocchie fanno parte della contea di Cornwall.

Offerte hotel

Visto: il visto si ottiene all’arrivo in aeroporto e dura 1 mese, non ha nessun costo.

Periodo migliore: Fa caldo tutto l’anno ma da aprile ad ottobre c’è il periodo delle piogge. Da novembre a maggio le giornate sono belle e di sera può fare freschetto. Da giugno a novembre l’isola può essere interessata dagli uragani. Noi siamo andati ad inizio agosto perché ci hanno detto che gli uragani sono, di solito, previsti verso la fine di agosto/ settembre. Il meteo con noi è stato clemente, sole quasi tutti i giorni, pioggia quasi tutti i giorni la sera o la notte, umidità altissima e molto caldo.

Trasporti : Ci siamo spostati con la KnutsfordExpress, un’azienda di autobus privata che gira su tutta l’isola. Servizio ottimo, sicurezza, puntualità e comfort, consigliata davvero.  Nelle località dove soggiornavamo per più giorni ci si muoveva con i taxi condivisi dove possibile, oppure in taxi.

Dormire: Le prime due notti le abbiamo fatte in un resort a Negril prenotato da casa, le restanti due settimane abbiamo prenotato direttamente sul posto prediligendo e cercando una stanza a casa della gente. Questa si è rivelata un’ottima soluzione, ci ha permesso di abitare a casa loro, stare con loro e vivere con i loro ritmi: è stata una bellissima esperienza.

Internet:  Il wifi c’è ovunque, anche a casa delle persone che ci hanno ospitato, ed anche se lento, ha sempre funzionato.

Bancomat: Si trova in tutte le località ed abbiamo sempre potuto prelevare senza problemi.

Cibo e bevande: Pollo e pesce alla griglia a volontà. Ma non solo! L’isola è  ricca di prodotti freschi quali verdura e frutta dai nomi particolari ed improbabile. Il piatto tipico è il jerk che può essere di pollo, pesce o selvaggina, si marina la carne con spezie e molto peperoncino e poi si cucina alla brace. Un altro piatto tipico che i giamaicani mangiano a colazione, ma noi lo mangiavamo a pranzo, è l’ ackee e saltfish, l’ackee è il frutto simbolo dell’isola che viene accompagnato da pesce, di solito  baccalà. Poi troviamo il callaloo, una verdura simile agli spinaci che viene servita bollita e spesso accompagnata dal pesce, molto buona.

La Red Stripe è la birra giamaicana per eccellenza ed è veramente buona, mentre riso e fagioli fanno da accompagnamento in ogni piatto. E poi c’è una varietà incredibile di frutta ed è tutta ottima!

Sicurezza: E’ un discorso complesso, molto complesso. Tutti conoscono la fama dell’isola e qualsiasi persona del luogo che incontravamo, italiano radicato in Giamaica o giamaicano che fosse, ci diceva di prendere tutte le precauzioni che avremmo preso a Milano, Londra o Parigi, nulla di più. Qualche giamaicano era fin troppo protettivo e se ci vedeva in giro di sera al buio (è successo solo un paio di volte), ci scortava fino a casa dicendoci che di sera non è sicuro.

Una sera, dopo essere stati leggermente molestati da un nostro vicino di casa  (forse aveva semplicemente fumato troppo, ma ci ha corso dietro per troppo tempo e non capivamo il motivo ) ed essendo in giro col buio, abbiamo preso un taxi per tornare a casa, gli abbiamo detto di lasciarci proprio davanti al cancello e gli abbiamo spiegato la situazione. Lui, per scusarsi del comportamento del suo compaesano, ha voluto solo metà tariffa e non c’è stato verso di fargli cambiare idea.

Ma tralasciando questo caso isolato e forse da noi sopravalutato, non abbiamo mai avuto problemi e ci siamo sempre sentiti sicuri.

Quello che ci sentiamo di consigliare è di adottare le normali precauzioni ma magari avere un’ occhio in più. Non uscire mai di sera e soprattutto da soli, lasciare a casa  gli oggetti di valore compresa la fotocamera e cercare di non dare nell’occhio e di avere sempre bene in mente la propria meta.

ItalianEnglishGermanFrench

Total distance 0 km
Total time 0 h 0 m
Enter contact details
Choose ride details Booking summary
Enter contact details Book now

Thank you for your order

Pay via PayPal
You will be redirected to the payment page within 5 second.
Pay via Stripe
You will be redirected to the payment page within 5 second.